Cantina Valtidone, legalità e qualità le parole d’ordine in Assemblea dei Soci

relazione Presidente Fornasari all'assemblea3

Il Presidente Fornasari: “Risultati incoraggianti, c’è ottimismo. Occorre puntare sulla promozione”

“E’ stata un’Assemblea molto partecipata e che ha mostrato una condivisione ampia e grande fiducia nel percorso che come CdA abbiamo delineato ormai da un anno, che va nella direzione della riduzione dei costi, negli investimenti in sicurezza e promozione, e che ha come faro guida l’onestà nei comportamenti e la ricerca della qualità”. Con queste parole il Presidente della cooperativa vitivinicola Cantina Valtidone ha commentato l’Assemblea dei Soci che si è tenuta nei giorni scorsi negli stabilimenti di Borgonovo, con una alta percentuale di partecipazione dei circa 230 soci attuali. Si è trattato della terza assemblea del 2015, dopo quelle di febbraio e aprile nei quali si erano trattati i temi più che altro legati alla situazione finanziaria, che oggi vede la Cantina aver rimborsato la maggior parte dei debiti bancari a breve. Sabato scorso, invece, si è entrati prima di tutto nel merito degli aspetti organizzativi, con l’annuncio dell’anticipo della vendemmia, che presuppone un inizio dei lavori in Cantina già dal 18 agosto.  “Ci sono prospettive discrete – ha sottolineato Fornasari – mettendoci alle spalle le condizioni eccezionalmente negative della vendemmia 2014”. Il Presidente ha inoltre annunciato che sarà pagato l’extra DOC con un prezzo base di 30 euro al quintale, riconfermando la decisione già assunta lo scorso anno e particolarmente apprezzata, e la speranza, valutate tutte le condizioni, di avvicinarsi alla soglia dei 50 euro al quintale, quale prezzo medio,  dai 45 dello scorso anno, per quanto riguarda il pagamento delle uve conferite dai soci.

Ma, a fronte di ciò, è stato forte il richiamo ai temi sui quali il CdA pone la maggiore attenzione, che è la stessa richiesta a tutti i soci: legalità e qualità. “Rispetto e onestà nei comportamenti sono fondamentali per remare tutti nella stessa direzione – ha sottolineato Fornasari – e per evitare di ritrovarsi in situazioni poco piacevoli. Con la stessa forza e determinazione puntiamo sulla qualità dei nostri prodotti e del nostro lavoro, grazie all’ottima guida dei nostri enologi. Ringrazio i dottori Sergio e Marcello Galetti che in data 30 giugno hanno chiuso, in amicizia e con stima reciproca,  il rapporto professionale con la nostra Cantina, dopo oltre 30 anni,  per l’importante  contributo professionale che ho ricevuto quale nuovo Presidente e dò il benvenuto al nuovo enologo, che è stato assunto come dipendente a tempo pieno . E’ il dott. Francesco Fissore di Alba che ha un buon curriculum professionale e che da marzo lavora con noi, che avrà l’onore e l’onere di guidare la Cantina a traguardi di alta qualità . Abbiamo, a tal proposito, istituito un premio qualità per il gutturnio classico con riferimento alle zone di produzione ed ai quintali per ettaro , con punteggio a scalare in base alla migliore gradazione, che verrà assegnato a consuntivo ai  nostri soci sino a raggiungere i 3.000 quintali”. La qualità del lavoro è perseguita anche in Cantina, con una serie di interventi sulla sicurezza, come la nuova segnaletica, la sistemazione degli ambienti e la loro messa in sicurezza per quanto riguarda le normative CO2 con un investimento di circa 60mila euro.

Sempre in tema di qualità, con estremo orgoglio il Presidente ha fatto riferimento all’accordo raggiunto con Eataly, che consentirà alla Cantina Valtidone di avere diversi suoi prodotti all’interno del colosso dell’agroalimentare, nei punti vendita e di ristorazione di Torino, Milano e Piacenza. “E’ per noi, per la Cantina e per i nostri prodotti una patente di alta qualità di cui dobbiamo andare fieri. Come ci hanno riempito di orgoglio ed entusiasmo le recenti affermazioni al Gran Premio dell’Ortrugo della Coldiretti e le due medaglie conquistate alla Selezione del Sindaco 2015 in Portogallo”. Una qualità e un’attività intensa che vanno sicuramente promosse all’esterno, come Cantina Valtidone sta facendo insieme ad alcuni partner a Milano, presso la Casa del Pane di Porta Venezia, con un calendario di eventi promozionali, il ValtidonExpò, che sta conquistando il favore del pubblico lombardo e che vedrà come momento clou l’appuntamento conviviale del 14 settembre presso il Circolo del Commercio di Porta Venezia.

Sul tema della promozione, anche in un’ottica di brand Valtidone, la Cantina sta puntando fortemente le sue carte e non sono mancati i richiami alle altre realtà imprenditoriali della zona e alle amministrazioni pubbliche per condividere un percorso unico di marketing territoriale. Prendendo spunto da questo non sono mancate, quindi, le critiche all’azione promozionale non efficace del Consorzio dei Vini Doc piacentino: la delusione manifestata dai soci non ha per il momento portato alla fuoriuscita dal Consorzio, ma la decisione risulta soltanto sospesa “per rispetto alle richieste pervenutaci in tal senso da Coldiretti e Unione Agricoltori”.

SHARE

Leave a reply