Con la festa del vino novello raccolti 7.300 euro per l’AMOP

premiazioni trofeo picchio rosso_barman

Grazie ai due giorni dedicati al vino novello Picchio Rosso, che hanno fatto registrare un afflusso da record in Cantina Valtidone, la cooperativa vitivinicola borgonovese garantirà anche quest’anno il suo contributo all’AMOP, Associazione Malato Oncologico di Piacenza. L’assegno che verrà staccato a favore della ricerca sarà di 7.300 euro – ancora di più della cifra del 2014 – e verrà consegnato nei primi giorni di dicembre nelle mani del Prof. Luigi Cavanna, primario di Oncologia ed Ematologia dell’Asl di Piacenza, e della sua equipe.

 

Abbiamo inaugurato nel 2014 – spiega il Presidente Fornasari – questo importante impegno di devolvere i ricavi della Festa del Picchio Rosso alla ricerca in campo oncologico, individuando nel Prof. Cavanna e nell’Associazione Malato Oncologico di Piacenza i perfetti destinatari di questa iniziativa, apprezzandone da sempre il grande e speciale lavoro che svolgono in questo delicato ambito. Desidero ringraziare, quindi, le tante persone che ci hanno fatto visita in questo fine settimana, che ci permettono di onorare, come l’anno scorso, questo impegno. Riteniamo che il periodo storico che stiamo attraversando, tra crisi economica e sociale, imponga ad ognuno di noi una maggiore attenzione alla sobrietà e alla solidarietà; a maggior ragione a un’azienda come la nostra che è e deve risultare punto di riferimento ed esempio nel tessuto sociale in cui è calata. E’ per questo motivo che i nostri 230 soci hanno particolarmente apprezzato e sostenuto questa iniziativa a favore dell’AMOP”.

 

L’apprezzamento era giunto direttamente anche dal Prof. Luigi Cavanna, presente sabato scorso al primo brindisi con il vino novello della Cantina Valtidone: “E’ molto importante e bello – ha detto – che in giornate di festa come queste, in cui si celebra il frutto di tante fatiche, si pensi di dare un aiuto alla ricerca. Con la ricerca riusciamo a fare passi importanti e i malati di tumore possono vivere di più e vivere meglio. Ringrazio di cuore, quindi, il Presidente Fornasari che è molto sensibile su questo tema, tutti i soci della Cantina e le tantissime persone che partecipando a questa festa permettono il successo di questa iniziativa di solidarietà”.

SHARE

Leave a reply