Fornasari: “Numeri in continuo miglioramento, siamo punto di riferimento per il territorio”

DSC_0077

Uve verso i 60 euro al quintale per il 2016, extra doc a 35 euro. Vendemmia al via dal 25 agosto

Da quando siamo stati chiamati ad amministrare questa cooperativa il nostro obiettivo è sempre stato quello di creare valore per i soci e per il territorio e cambiare le modalità gestionali del passato che hanno portato al declino della cantina. Oggi, dopo due anni, possiamo dire di essere sulla buona strada”. Così Gianpaolo Fornasari, Presidente di Cantina Valtidone, ha iniziato il suo intervento di fronte all’Assemblea dei Soci convocati presso gli stabilimenti di Via Moretta 58 a Borgonovo. Fornasari ha snocciolato i numeri di quello che viene definito un “gran bel miglioramento” della situazione economica della cooperativa: “L’obiettivo per il 2016 era di aumentare il fatturato di 1 milione di euro rispetto all’anno scorso: al 30 giugno siamo già oltre i 730 mila euro di incremento rispetto al 2015, per un totale di quasi 8 milioni di fatturato, sommando Cantina Valtidone e Cantine Bacchini. Siamo quindi molto fiduciosi di poter arrivare presto all’obiettivo iniziale e questo nonostante i fardelli che abbiamo ereditato e a una riduzione necessaria del personale di ben 12 unità”.

Fornasari ha continuato con l’analisi dei conti, parlando del margine operativo lordo, aumentato di 300 mila euro rispetto al 2015, della liquidità a fine luglio che supera il milione e mezzo di euro, dell’azzeramento attuato del debito a breve nei confronti delle banche. “Con questi numeri – ha detto il Presidente – l’obiettivo di pagare le uve della prossima vendemmia 60 euro al quintale è sempre più vicino, con un aumento del 50% rispetto a quando ci siamo insediati alla guida di questa cooperativa. In più, abbiamo deciso di continuare nella politica di aumento del prezzo delle uve extra doc, che quest’anno verranno pagate 35 euro al quintale, circa il doppio rispetto al 2014. Il merito di tutto ciò è principalmente di voi soci, che avete creduto che questa azienda potesse cambiare il modo di lavorare, ed è di tutti i collaboratori e dipendenti che stanno facendo un lavoro straordinario”.

              Dopo aver ricordato i tanti riconoscimenti ottenuti nell’ultimo periodo dai vini della Cantina Valtidone in importanti concorsi enologici internazionali e le varie iniziative che “confermano la grande attenzione dell’azienda per il territorio” – dal concorso rivolto alle scuole piacentine per la realizzazione di un’etichetta, alla collaborazione con lo Ziano Calcio – il Presidente Fornasari ha chiuso il suo intervento sottolineando come “questa azienda è la vostra, siete voi i protagonisti e dovete avere l’orgoglio di rappresentarla. Siamo sulla buona strada, siamo un’azienda sana, anche confrontandoci con realtà vicine a noi, e dobbiamo essere lepre che altri inseguono”.

              Nel corso dell’Assemblea è stato presentato il nuovo agronomo, la Dottoressa Sara Monaco, che si è posta subito al servizio delle esigenze dei soci. E’ stata inoltre votata la cooptazione di un nuovo consigliere, Guido Gualdana, necessaria per legge per ripristinare il plenum del consiglio direttivo.

              Prima di approvare, infine, il regolamento per il conferimento delle uve per la vendemmia 2016, che inizierà indicativamente intorno al 25 agosto, il Direttore commerciale Mauro Fontana è intervenuto per presentare alcuni importanti accordi commerciali recentemente conclusi, tra i quali quelli con Coop Italia e Carrefour, e soprattutto con Amazon: “Il colosso delle vendite online, che ha una sua sede operativa proprio qui a Castel San Giovanni – ha detto Fontana –  era pronto per inserire i vini nella sua offerta di vendita e siamo orgogliosi di essere la prima cantina in Italia ad avere le proprie referenze proposte da Amazon. Oltre all’aspetto economico, questi accordi, come quello che abbiamo in essere con Eataly, ci permettono di mostrare un biglietto da visita di grande qualità e serietà”.

SHARE

Comments are closed.